Cerca
Close this search box.

Escursioni

ESCURSIONI PER TUTTI E PER OGNI ESIGENZA

Nel comprensorio di Tofana Freccia nel cielo a Cortina d’Ampezzo troverete tanti sentieri, per trascorrere giornate all’aria aperta immersi nella natura incontaminata. Percorsi adatti a tutti i tipi di sportivi, per i più allenati e per chi desidera rilassarsi ammirando i panorami mozzafiato.

Lungo la strada potrete sostare nei nostri rifugi ad alta quota, per assaporare i sapori più tipici della montagna tra gusto e prodotti a chilometro zero. Per raggiungere i punti di partenza di molti itinerari è possibile utilizzare gli impianti di risalita aperti d’estate.

Sentiero "Rescue Permafrost – Bus Tofana 2770 m"

A/50 minuti – R/35 minuti

Partenza: Ra Valles

Arrivo: stazione a monte della seggiovia Pian Ra Valles – Ra Valles – Bus Tofana

Con la Freccia nel Cielo – con partenza direttamente dal centro di Cortina d’Ampezzo, al civico 12 di Via Stadio e la possibilità di parcheggiare in loco – si raggiunge prima la stazione di Col Drusciè a 1.777 m con la moderna cabinovia di 10 posti; una volta qui si prosegue verso Ra Valles a 2.475 m con la pratica funivia. Raggiunta la stazione intermedia il palcoscenico delle vette autografate UNESCO lascia già senza fiato, tant’è che l’invito è raggiungere la stazione di monte della seggiovia Pian Ra Valles – Ra Valles – Bus Tofana a piedi attraverso uno sentiero che dalla Ra Stradela, fuori dal ristorante Capanna Ra Valles, in 50 minuti conduce nello scenario dei 2.770 m di quota. Il sentiero ospita l’esposizione di 12 pannelli didattici informativi: il primo è posto proprio fuori dal ristorante Capanna Ra Valles e seguendo l’intero itinerario si raggiunge la stazione a monte della seggiovia dove i pannelli esposti descrivono perfettamente il progetto e quanto è stato realizzato; al contempo, lo spettacolare panorama quasi lunare delle alte vette UNESCO dove le rocce sembrano venirti vicino invita a godere di questa bellezza unica, macchina fotografica alla mano!

Per rientrare, si ripercorre il sentiero fino a Ra Valles e qui, dopo un piacevole break al ristorante Capanna Ra Valles, si prende la funivia per rientrare.

Facilmente percorribile da tutti. Dislivello 300 m.

Lago Ghedina

Sentieri 410 – 413

3 ore

Partenza: Col Druscié

Arrivo: intermedia Col Drusciè o Cortina

Itinerario immerso nel bosco alla scoperta del famoso Lago Ghedina, perla verde delle Dolomiti, con partenza da Col Druscié. Si segue uno dei Sentieri dell’Universo e si imbocca il 410 tutto segnato. Merita fare una pausa al ristorante con la terrazza sul lago o rilassarsi sulle sdraio a riva. Per info, clicca qui.

Forcella Rossa

Sentiero 407

2/3 ore in salita

Partenza: Ra Valles

Arrivo: Col Drusciè

Sentiero impegnativo alla scoperta della storica pista Forcella Rossa (ghiaione) con partenza da Ra Valles in discesa sul sentiero 407, passaggio per Pié Tofana per poi ricongiungersi con Col Druscié dove parte la cabinovia per Cortina.

Stries

Sentiero 413

2 ore

Partenza: Col Druscié

Arrivo: Cortina

Partenza da Col Druscié scendendo lungo il sentiero 413 fino alla partenza della cabinovia a Cortina.

Sentiero dei camosci

Sentieri 407 – 405

1.30 ore

Partenza: Col Druscié

Arrivo: Pié Tofana

Dal centro a piedi: Dal centro andate in direzione dello Stadio del Ghiaccio e proseguite sino alla cabinovia Freccia nel Cielo. Da qui prendete la cabinovia fino a Col Drusciè e scendete lungo la strada sterrata che inizia sotto il tunnel tra il Ristorante Col Drusciè e la cabinovia.  Il sentiero percorre a zig-zag la parte alta del Canalone di Tofana e attraversa anche la base della parete della Tofana, la percorre fino ad arrivare alla pista Forcella Rossa e ad incrociare il sentiero 407. In questa zona, se si è fortunati, si riescono a scorgere dei camosci, che popolano la zona. Imboccate il sentiero 407 e seguitelo fino ad arrivare al punto di partenza nei pressi di Baita Piè Tofana. La casetta ai piedi delle Tofane ha ospitato i cronometristi delle Olimpiadi Invernali del ’56 ed è diventata oggi una baita tradizionale all’arrivo di una delle più famose piste da sci di Cortina d’Ampezzo. 

Astroring

Sentiero dei pianeti

40 minuti

Partenza: Pié Tofana

Arrivo: Col Druscié

È una facile passeggiata alla scoperta del sistema solare e dei suoi pianeti lungo la prima parte dell’Astroring di Col Druscié. Lungo il percorso che collega Pié Tofana al Col Druscié, sono stati collocati 12 tabelloni con foto dei vari pianeti e del Sole, tutti sistemati ad una distanza che, in scala 1/10 miliardi, rispecchia la loro reale dimensione e posizione nel cielo. Illustrazioni con i principali dati e parametri che contraddistinguono i vari corpi celesti tra loro, fanno del Sentiero dei Pianeti una passeggiata fuori dal comune e adatta a tutti, che termina dopo 1km circa all’osservatorio astronomico Helmut Ullrich. Consigliato è il passaggio al laghetto color smeraldo a forma di cuore fra Piè Tofana e il Col Druscié.

Sentiero dell'Universo

30 minuti

Partenza: Col Drusciè

Arrivo: Col Drusciè

È la seconda parte dell’Astroring, tracciato nel bosco a nord-ovest del colle, lungo circa 500 mt, facilmente percorribile a piedi. Avendo sempre come punto di riferimento l’Osservatorio del Col Druscié, permette al visitatore di ripercorrere idealmente tutto l’universo, sia nello spazio sia nel tempo. Sul sentiero, 10 pannelli esplicativi illustrano via via le caratteristiche principali di stelle, nebulose, ammassi e galassie, il tutto rapportato alla familiare scala dimensionale di 1/10 miliardi, già utilizzata per il Sentiero dei Pianeti. Il sentiero può essere percorso nei due sensi, sia dalla base verso l’alto, iniziando quindi l’immaginario viaggio dal Big Bang, che rappresenta la creazione dell’Universo, fino ai giorni nostri, quindi al Sole, posizionato presso l’osservatorio, oppure, viceversa, con un percorso a ritroso nel tempo e nello spazio.

RA ZESTES

Sentieri 407 – 446 – 409 – 410

4 ore

Località: Cortina d’Ampezzo

Destinazione: Punto panoramico

Il sentiero di Ra Zestes è un piacevole itinerario di trekking, quasi tutto in discesa, che parte da Ra Valles e permette di godere si splendidi scenari della conca ampezzana lungo i camminamenti utilizzati dai soldati durante la Grande Guerra.

Difficoltà: E – Escursionistico (Medio)

Per famiglie: No

In piano o poco ripido: No

Con impianti di risalita: Sì

Punti di interesse: Grotta della Madonna – Panchina Indro Montanelli – In Po’ Druscié e postazione Mitragliatrice

SENTIERO INDRO MONTANELLI

Sentieri 410

1,5 ore

Località: Piè Tofana

Destinazione: Piè Tofana

Indro Montanelli, noto scrittore e giornalista italiano, amava Cortina e “la frequentava come fosse una fidanzata”, disse Mario Oriani che fu suo direttore al Corriere della Sera. La località ampezzana era la sua fuga da Milano per trovare pace in mezzo alla natura fra il verde dei boschi.

In particolare, c’è un tracciato facile e panoramico che collega il Col Druscié a Fiames e che ha preso il suo nome: il sentiero Montanelli (n. 410).
Il giornalista amava infatti fare lunghe passeggiate per rilassarsi e, lungo il sentiero, si possono trovare diverse panchine e punti panoramici dove fermarsi per riposare e godersi la vista sulla valle ampezzana.

In particolare, arrivati alle Crepe de Cianderou (m. 1753), si trova la panchina più alta che lui prediligeva per la bella visuale su tutta Cortina e le Dolomiti circostanti. Merita qui fare una pausa e scattare qualche fotografia.

Lunghezza: 3 km
Dislivello: 20 m
Difficoltà: T adatto a bambini e famiglie
Accesso: con cabinovia Freccia nel Cielo
Punti d’appoggio: Rist. Col Druscié, Masi Wine bar Al Drusciè.

Sentiero Cima Giuly

Sentiero Cima Giuly

40 minuti

Partenza: Ra Valles

Arrivo: Ra Valles

Un sentiero dedicato a Giulia Ramelli, la maestra di sci e alpinista Veneziana tragicamente scomparsa a causa di una slavina nel pomeriggio dell’11 gennaio 2023 alle pendici del monte Nuvolao; il percorso parte da Capanna Ra Valles e porta alla Cima Giuly. Questo tracciato permette di godere, guardando verso Sud, di un meraviglioso panorama su tutta la conca Ampezzana, sull’Antelao, il Sorapis le 5 Torri oltre ai campi di sci di Socrepes, dove Giulia amava insegnare lo sci. Volgendosi dal lato opposto si possono apprezzare la splendida conca di Ra Valles e la maestosità della Tofana di Mezzo.   Nel periodo estivo e con il bel tempo il sentiero è facilmente percorribile e non necessita di particolari attrezzature alpinistiche, risulta pertanto adatto a tutti.

Torna in alto